I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]
Diritto.it

ISSN 1127-8579

Pubblicato dal 13/07/2014

All'indirizzo http://novita-dal-governo.diritto.it/docs/36414-delega-al-governo-per-la-riforma-del-terzo-settore-dell-impresa-sociale-e-per-la-disciplina-del-servizio-civile-universale-disegno-di-legge?page=4

Autore: AR redazione

Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale - disegno di legge

Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale - disegno di legge

Pubblicato in Diritto e Società il 13/07/2014

Autore

47250 AR redazione
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 di 7

[...]
servizi, con riduzione delle relative ipotesi;ridotti i termini di conclusione del procedimento e ridefiniti i meccanismi decisionali;semplificati i lavori della conferenza di servizi, anche attraverso l’utilizzo di strumenti informatici e differenziate le modalità di svolgimento dei lavori della stessa, in base alla complessità dei procedimenti.
Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di anticorruzione, pubblicità e trasparenza
Il Governo adotterà decreti legislativi integrativi della disciplina relativa alla inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico e alla trasparenza delle pubbliche amministrazioni.
Misure urgenti per imprese sottoposte a commissariamento straordinario  - decreto legge
Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Presidente del Consiglio e dei Ministri dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Gian Luca Galletti, e dello Sviluppo economico, Federica Guidi, un decreto legge recante misure urgenti per la realizzazione del piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria per le imprese sottoposte a commissariamento straordinario.
Il decreto legge si pone la finalità di assicurare, con particolare riferimento alla società ILVA S.p.a., la continuità produttiva ed occupazionale e il contestuale rispetto delle norme ambientali e sanitarie, in considerazione del fatto che si tratta di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale.
Il decreto precisa la tempistica di attuazione
delle prescrizioni dell’autorizzazione integrata ambientale e del Piano ambientale dell’Ilva. Sono previste due scadenze generali: entro il 31 luglio 2015 dovranno essere realizzati gli adempimenti scadenti a quella data, nella misura minima dell’ottanta per cento; entro il 5 agosto 2016 dovranno essere completati gli interventi ambientali. Dovrà comunque essere rispettato il termine già fissato dell’8 marzo 2016 per l’applicazione della decisione della Commissione 2012/135/Ue del 28 febbraio 2012, relativa alle migliori tecniche disponibili (BAT). Infine si prevede che il commissario straordinario presenti entro la fine del 2015 al ministro per l’Ambiente e all’Ispra una relazione sullo stato di attuazione del piano ambientale.
Si prevede inoltre nel dettaglio l’aggiornamento delle tempistiche della messa fuori produzione della Batteria 11 e dell’Altoforno 5 per  renderle compatibili con il rientro in esercizio degli impianti attualmente ancora fermi, al fine di garantire la continuità produttiva nel

Libro in evidenza

CODICE CIVILE 2014

CODICE CIVILE 2014


Il presente Codice Civile è aggiornato alle ultimissime novità normative sino ad Aprile 2014 compreso il D.L. 28 marzo 2014, n. 47 (cd. Piano casa) e il D.L. 20 marzo 2014, n. 34 (cd. Jobs Act)Questo Codice contiene: - Costituzione - Disciplina...

84.00 € Scopri di più

su www.maggiolieditore.it

nel rispetto della normativa ambientale.
Infine si prevede che, a prescindere dai piani industriale e di tutela sanitaria  ed ambientale, l’impresa commissariata possa contrarre finanziamenti, prededucibili a norma dell’articolo 111 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267.
La prededucibilità è ammessa solo qualora i predetti finanziamenti siano funzionali all’attuazione del piano ambientale ovvero alla continuazione dell’esercizio dell’impresa e alla gestione del relativo patrimonio ed è subordinata all’attestazione del Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, sentito il Ministro dello sviluppo economico, ovvero di quest’ultimo sentito il primo, secondo la destinazione del  finanziamento richiesto.
Il ricorso alla prededucibilità è volto a facilitare la concessione del finanziamento e si giustifica in ragione degli interessi di carattere generale che si intendono perseguire, in particolare il risanamento ambientale e la continuità e valorizzazione dell’impresa.

Norme di attuazione in materia di tributi erariali per il Friuli Venezia Giulia (decreto legislativo)
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio, e del Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Maria Carmela Lanzetta, e alla presenza, secondo quanto stabilito dallo Statuto, del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha approvato uno schema di decreto legislativo recante norme di attuazione dell’articolo 51, comma 4, lettera a), dello statuto speciale della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia in materia di tributi erariali.
Il decreto è stato redatto sulla scorta delle indicazioni fornite dalla Corte costituzionale in occasione di diverse pronunce con le quali sono state risolte controversie sul potere impositivo delle Province autonome di Trento e Bolzano, che dispongono di prerogative statutarie analoghe a quelle del Friuli Venezia Giulia, ed è finalizzato a delineare in maniera analitica i poteri impositivi attribuiti dallo Statuto di autonomia alla Regione Friuli Venezia Giulia, nonché le condizioni ed
[...]
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 di 7

Libri correlati

Articoli correlati

Logo_maggioliadv
Per la pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it | www.maggioliadv.it
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Logo_maggioli